Festa della donna

#festadelladonna Il sorriso di una donna é come un sole che sorge. Porta luce dove era buio.

Il Gianka

Citazione | Pubblicato il di | Lascia un commento

Bisogno d’amore

#aforismi
Cercare di dominare il bisogno di amore è come cercare di smettere di avere sete… riuscirci equivale a morire.
Il Gianka

Pubblicato in Poesie | Lascia un commento

Il potere dell’anima

“Fai attenzione a come pensi e a come parli, perchè può trasformarsi nella profezia della tua vita.”
San Francesco D’Assisi

Assisi

Pubblicato in Aforismi e Citazioni | Lascia un commento

Il motorino

Qualche giorno fa mi è capitato di portare mio figlio a vedere un motorino usato.

Sarà il suo premio per la promozione, se riuscirà ad avere la media del 7.
Purtroppo, da come stanno andando le cose a scuola, dovrò mantenere la mia parola, dato che lui sta mantenendo la sua.

Spero sempre in un calo del suo rendimento, dato che il motorino è un mezzo che mi fa una paura incredibile, ma poi a mente fredda mi fermo a pensare a quando i 14-15 anni li avevo io.
Ripenso all’adrenalina che mi si scatenava in corpo, all’emozione profonda del cominciare a sentirsi grande e finalmente indipendente negli spostamenti.

In realtà quando abitavo vicino a Milano, abitando in pianura,  gli spostamenti non erano un problema perché andavo a giocare o studiare (ma più a giocare) sempre in bicicletta.

Ora che abitiamo in un paese collinare e la bici non è proprio il mezzo più utilizzato e provo ad immedesimarmi in lui ed all’ impossibilità di essere indipendente nelle scelte e dover sempre dipendere da noi per gli spostamenti. Non posso non capire la sua ansia ed il suo entusiasmo all’idea di vedere il motorino (ai miei tempi si chiamava così) o meglio lo scooter, posteggiato nel box e pronto all’uso appena avrà conseguito il patentino.

Il motorino

E’ difficile fare il papà e dover sempre fare le scelte per il bene dei propri figli, nel tentativo di proteggerli; ma è ora di cominciare a pensare che anche loro devono cominciare a spiccare il volo. Bisogna che mi metta in testa che cadrà e si farà male, ma sarà un passo necessario al suo diventare uomo.

Ok Willy, ho deciso, lo compriamo.

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Ciao Pà

Oggi è la tua festa, ma in un certo qual modo, è anche la festa di chi è figlio.

Io e mio padre Gianluigi Dell'Aquila nel 1972

Io e mio padre Gianluigi Dell’Aquila nel 1972

E’ il ciclo della vita che porta molti uomini ad essere padri a loro volta.
Per me questo ciclo si è già compiuto, visto che ho la fortuna di essere padre di 2 splendidi ragazzi.
Oggi, come quasi ogni giorno, voglio dedicarti un pensiero ma, vista l’occasione, voglio renderlo pubblico.
Ho avuto la fortuna di vedere quanto fossi coerente, in tutto quello che hai fatto.
Una persona con tanti difetti, come tutti, ma estremamente coerente.
Ci sto facendo caso ultimamente, quando devo presentarmi a chi non mi conosce, dopo poche parole, mi capita spesso di parlare di te e di quello che mi hai insegnato.
Sarai sempre un punto di riferimento, un esempio a cui ispirarmi nelle difficoltà e,
se mai riuscirò ad esserlo per i miei figli, dovrò solo ringraziare te.
Ciao Pà.

Pubblicato in Poesie Erotiche, Storie | 2 commenti

Povertà

In un paese ben governato la povertà è qualcosa di cui ci si deve vergognare.

povertàConfucio

Pubblicato in Aforismi e Citazioni | Contrassegnato | Lascia un commento

Ogni tanto fermati … e rifletti.

Questa è una delle tante storie che si trovano su Facebook, ma siccome parla di un argomento che dovremmo tutti tenere molto presente, la riporto fedelmente anche sul mio Blog:

Papà-figlioFiglio: “Papà, posso farti una domanda?”
Papà: “Certo, di cosa si tratta?”
Figlio: “Papà, quanti soldi guadagni in un ora?”
Papà: “Non sono affari tuoi. Perché mi fai una domanda del genere?”
Figlio: “Volevo solo saperlo. Per favore dimmelo, quanti soldi guadagni in un ora?”
Papà: “Se proprio lo vuoi sapere, guadagno $100 in un ora”
Figlio: “Oh! (con la testa rivolta verso il basso)
Figlio: “Papà, mi presteresti $50?”
Il padre si infuriò.
Papà: “La sola ragione per cui me lo hai chiesto era per chiedermi in prestito dei soldi per comprare uno stupido giocattolo o qualche altra cosa senza senso, adesso tu fili dritto per la tua stanza e vai a letto.
Pensa al perché stai diventando così egoista. Io lavoro duro ogni giorno per poi ricevere questo tuo atteggiamento infantile.

Il piccolo bambino andò in silenzio nella sua stanza e chiuse la porta.
L’uomo si sedette e diventò ancora più arrabbiato pensando alla domanda del ragazzo. Come ha avuto il coraggio di farmi una domanda simile solo per avere dei soldi?
Dopo un ora o poco più, l’uomo si calmò, e cominciò a pensare:
Forse c’era qualcosa per cui aveva davvero bisogno di comprare con $50, non chiede dei soldi molto spesso.
L’uomo andò nella stanza del piccolo bambino e aprì la porta.

Papà: “Stai dormendo, figlio?”
Figlio: “No papà, sono sveglio”.
Papà: “Stavo pensando, forse sono stato troppo duro con te prima. È stato un giorno faticoso per me oggi e mi sono scaricato su di te. Questi sono i $50 che mi hai chiesto”.

Il piccolo bambino si sedette subito e cominciò a sorridere.
Figlio: “Oh, grazie papà!”
Dopo, da sotto il suo cuscino tirò via delle banconote stropicciate. L’uomo vide che il bambino aveva già dei soldi, e inizio ad infuriarsi di nuovo. Il piccolo bambino iniziò lentamente a contare i suoi soldi, e dopo guardò il padre.

Papà: “Perché vuoi altri soldi se ne hai già”?
Figlio: “Perché non ne avevo abbastanza, ma adesso si”.
“Papà, ho $100 adesso. Posso comprare un ora del tuo tempo? Per favore vieni prima domani. Mi piacerebbe cenare con te.”

Il padre rimase impietrito. Mise le sue braccia intorno al suo bambino e lo implorò di Papà-figlio2perdonarlo. Questo è solamente un avvertimento per ricordare a tutti voi che lavorate così duramente nella vostra vita. Non dobbiamo lasciare che il tempo ci scivoli via tra le dita senza averne speso un po’ con le persone importanti della nostra vita, quelle vicino ai nostri cuori. Ti ricorderai di condividere che $100 valgono il tuo tempo con la persona che Ami? Se noi morissimo domani, la società per cui lavoriamo ci potrà facilmente sostituire in qualche giorno. Ma la famiglia e gli amici che ci lasciamo dietro sentiranno la perdita per il resto delle loro vite. E inizia a pensarci, noi mettiamo tutto ciò che abbiamo sul lavoro piuttosto che sulla nostra famiglia.

Alcune cose sono più importanti.

Pubblicato in Storie | Lascia un commento